RSS Acquambiente Marche
martedì 19 novembre 2019
Numero Verde: 800-213911

Servizio di Conciliazione dell’Autorità

Nel 2018 l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), al fine di garantire a tutti gli utenti del Servizio idrico integrato gli stessi livelli e strumenti di tutela già assicurati ai consumatori dei settori elettrico e gas, con le deliberazioni n. 55/2018/E/idr e 142/2019/E/idr, ha avviato un percorso che gradualmente estenda al settore idrico un servizio di conciliazione, mediante l’introduzione del Servizio conciliazione dell’Autorità attivato presso lo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente.

Il Servizio Conciliazione dell’Autorità è dunque uno strumento, ad accesso gratuito, di tutela degli utenti, che agevola la risoluzione della controversia tra le parti nei casi in cui la problematica non abbia trovato soluzione mediante la presentazione di un primo reclamo al gestore.

Il tentativo di conciliazione è facoltativo e non costituisce condizione di procedibilità per l’accesso alla giustizia ordinaria.

La procedura è attivabile volontariamente dall’utente finale, o da un suo delegato, accedendo al portale conciliazione www.sportelloperilconsumatore.it e compilando on line il modulo. I soli utenti finali domestici, che agiscono in prima persona senza il supporto di un'Associazione o di altro delegato, possono inviare la domanda di conciliazione via fax al numero 06-80112087 o posta ordinaria indirizzata a “Servizio Conciliazione presso Acquirente Unico Spa
via Guidubaldo del Monte 45 - 00197 – Roma”, ferma restando la gestione on line della procedura. L’utente, o un suo delegato, può presentare la domanda esclusivamente dopo aver presentato reclamo scritto al gestore ed aver ricevuto una risposta scritta ritenuta insoddisfacente o in caso di mancato riscontro, decorsi 50 giorni dall’invio del predetto reclamo.

È possibile conciliare su tutte le controversie concernenti il servizio idrico integrato ad eccezione di quelle attinenti la qualità dell'acqua, i profili tributari o fiscali o in tema di bonus sociale idrico, fatti salvi eventuali profili risarcitori.

La domanda di conciliazione non è ammessa quando per la medesima controversia è pendente in alternativa:

  • un procedimento giurisdizionale, ovvero la controversia è stata definita mediante tale procedimento;
  • una procedura di risoluzione alternativa della controversia, ovvero la controversia è stata definita mediante tale procedura;
  • un reclamo presso lo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente, ricevuto dallo stesso in data pari o antecedente alla data di presentazione della domanda di conciliazione, ovvero qualora sia stata fornita una risposta dallo Sportello.

Gli incontri avvengono on line, alla presenza di un conciliatore fornito dal Servizio Conciliazione, esperto in materia, terzo e imparziale, che aiuta le parti a raggiungere una soluzione di comune accordo.

Per accedere al servizio e per ogni altra informazione in merito alle modalità di funzionamento della procedura, termini e materie conciliabili si invita a consultare l’apposito link http://www.sportelloperilconsumatore.it/risoluzione-controversie/servizio-conciliazione-gen.

Per maggiori chiarimenti è possibile altresì contattare lo Sportello per il consumatore Energia e Ambiente al numero verde gratuito 800.166.654 attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18, esclusi i festivi.

Acquambiente Marche srl - Via Recanatese, 27/I zona industriale Cerretano 60022 Castelfidardo (AN) - C.F e P.Iva 02119730428

Valid XHTML 1.0 Transitional Privacy Policy