Eventi sismici agosto 2016

 PROROGA DELLA SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI NELLE ZONE TERREMOTATE

Con delibera n. 54/2020/R/COM l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha recepito le disposizioni contenute nel  D.L. 24 ottobre 2019 n. 123 convertito in L. 12 dicembre 2019 n. 156, prorogando sino al 31 dicembre 2020 il termine di sospensione dei pagamenti per le forniture del servizio idrico integrato delle utenze che risultano ad oggi ancora inagibili a seguito degli eventi sismici che hanno interessato il Centro Italia nelle date del 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017.

Per poter usufruire della sospensione dei termini di pagamento delle fatture è necessario presentare una dichiarazione, resa ai sensi del D.P.R. 445/2000, che attesti l’attuale inagibilità dell’immobile, utilizzando l’apposito modulo Istanza Sospensione Pagamenti Terremoto Al 31.12.2020.

Si ricorda infine che la ripresa della fatturazione avverrà con emissione di una fattura unica tra il 1 gennaio 2021 e il 31 marzo 2021.

La fattura unica riguarderà i consumi relativi al periodo di sospensione della fatturazione, ma anche eventuali importi non ancora fatturati inerenti al periodo precedente l’evento sismico. Gli importi relativi alle fatture i cui termini di pagamento sono stati sospesi, sono rateizzati automaticamente secondo i criteri previsti dalla delibera ARERA n. 252/2017/R/COM e ss.mm.ii, senza il pagamento di interessi a carico dell’utente.

 

ULTERIORI DISPOSIZIONI PER LE POPOLAZIONI COLPITE DAL TERREMOTO

L’ARERA con delibera n. 587/2018/R/com ha approvato ulteriori agevolazioni per gli utenti colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi. Tali agevolazioni riguardano esclusivamente coloro che hanno dichiarato l’inagibilità del fabbricato (casa di abitazione, studio professionale o azienda) ai sensi del DPR 445/00.

Per i beneficiari delle agevolazioni, viene differito di un ulteriore anno, dal 01.01.2019 al 01.01.2020 la sospensione dei pagamenti delle fatture emesse o da emettere.

Per coloro che hanno l’immobile inagibile e hanno ricevuto la fattura, per poter ottenere la sospensione di un ulteriore anno dal pagamento è necessario presentare una dichiarazione di inagibilità, sempre che non lo abbiano già fatto.

 

ULTERIORI MISURE A FAVORE DELLE POPOLAZIONI COLPITE DAGLI EVENTI SISMICI

Con l’emanazione della delibera 608/2017/R/com l’11 agosto 2017, l’AEEGSI ha aggiornato ed integrato le misure adottate con la delibera 252/2017/R/com, modificando i termini di emissione della fattura unica di conguaglio e prevedendo che tale fattura non possa essere emessa prima del 28 febbraio 2018.

La delibera prevede inoltre, a tutela degli utenti finali, che i gestori del SII non diano corso ad eventuali azioni di sospensione della fornitura fino al nuovo termine di emissione della fattura unica di conguaglio.

In ottemperanza alle nuove disposizioni Acquambiente Marche Srl informa i propri utenti beneficiari delle agevolazioni che, in assenza di nuovi provvedimenti in merito, la fatturazione rimarrà sospesa fino al 28 febbraio 2018.

Successivamente a tale data verrà emessa una fattura unica di conguaglio in cui verranno applicate le agevolazioni previste per i consumi successivi alla data del 26 ottobre 2016.

Per ogni richieste di informazioni o chiarimento vi invitiamo a contattare il nostro numero verde commerciale 800.069718 o recarvi presso i nostri sportelli sul territorio.

 

TERREMOTO: BOLLETTE DEL SERVIZIO IDRICO AZZERATE PER 36 MESI E RATEIZZAZIONE SU 2 ANNI

 A seguito degli eventi sismici verificatisi il 24 Agosto 2016 e successiviAcquambiente Marche Srl ha recepito i provvedimenti contenuti nella Delibera 252/2017/R/com dell'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) che hanno disposto le agevolazioni a favore delle utenze delle zone colpite dal sisma, le modalità di ottenimento delle stesse e le modalità di rateizzazione delle fatture sospese.

L’AEEGSI ha previsto, per un periodo di 36 mesi a partire dalla data del sisma:

  • l’azzeramento di tutte le componenti tariffarie delle bollette, ovvero non verranno applicati i corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e le componenti tariffarie UI di perequazione;
  • l’eliminazione dei corrispettivi per nuove connessioni/allacciamenti, disattivazioni, riattivazioni, subentri resi necessari a seguito degli eventi sismici.

Le agevolazioni si applicano alle utenze:

a) attive al 26 ottobre 2016 nel Comune di Cingoli (MC)

b) site nelle SAE (strutture abitative di emergenza) o nei MAPRE (moduli abitativi provvisori rurali di emergenza), incluse le utenze relative ai servizi generali delle strutture;

c) site nei Comuni diversi da quelli ex allegati n. 1, n. 2 e n. 2-bis del D.L. 189/16, i cui soggetti intestatari dimostrino che sono stati costretti a trasferirsi a seguito dell’inagibilità dell’immobile causata dagli eventi sismici;

d) site nei Comuni del cratere sismico di cui agli allegati n. 1, n. 2 e n. 2-bis del D.L. 189/16, attivate successivamente alla data degli eventi sismici, i cui soggetti intestatari dichiarino che sono stati costretti a trasferirsi a seguito dell’inagibilità causata dagli eventi sismici;

e) site nei moduli temporanei abitativi (MAP) o relative a forniture temporanee ad uso abitativo, quali roulotte e camper, i cui soggetti intestatari siano in grado di dimostrare l’inagibilità della propria abitazione.

Le agevolazioni sono riconosciute in maniera automatica a tutte le utenze attive alle date sopra indicate ubicate nel Comune di Cingoli, nonché a quelle delle strutture abitative di emergenza (SAE) e moduli abitativi provvisori rurali di emergenza (MAPRE) (punti a,b), senza la necessità di presentare alcuna istanza.

Negli altri casi (punti c, d, e) le agevolazioni vengono applicate su richiesta dell’interessato, mediante la presentazione di apposita istanza e la durata dell’agevolazione è limitata alla sola inagibilità dell'immobile danneggiato e comunque fino al 17 gennaio 2020. Qualora l’agibilità dell’unità immobiliare sia ripristinata prima della scadenza dei 36 mesi, si dovrà darne comunicazione ad Acquambiente Marche Srl entro 30 giorni.   L’inagibilità parziale o totale ed il nesso di causalità con gli eventi sismici deve essere attestata da perizia asseverata o idonea documentazione equipollente, da fornire al gestore entro 18 mesi dalla presentazione dell’istanza, pena la sospensione delle agevolazioni. Clicca qui per scaricare l’Istanza richiesta agevolazione terremoto che dovrà essere trasmessa al gestore, debitamente compilata, entro il 30/09/2017.

Tali agevolazioni sono cumulabili con i meccanismi di sostegno locali per la fornitura idrica, fatta eccezione per il voucher idrico istituito per l’anno 2017.

Nei prossimi mesi e in ogni caso entro il 31 dicembre 2017, si provvederà ad emettere una fattura unica di conguaglio degli importi già addebitati che tenga conto delle agevolazioni sopra previste e degli importi relativi ai consumi antecedenti il terremoto oggetto di sospensione di pagamento. Verrà garantita all’utente la facoltà di rateizzare l’intero importo della fattura unica per un periodo massimo di 24 mesi, senza applicazione di interessi, coerentemente alla periodicità di fatturazione applicata al cliente medesimo e sulla base di rate non inferiori a 20 euro.

Di norma, non è prevista la rateizzazione per importi inferiori a 50 euro per singola fornitura.

E' comunque fatta salva la possibilità del cliente di provvedere al pagamento senza rateizzazione o di optare per un periodo inferiore di rateizzazione. Il piano di rateizzazione sarà comunicato al cliente contestualmente alla fattura unica.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile contattare l’AATO 3 Macerata al numero 0733/29.15.90 o il gestore ai numeri 071/7824723 - 071/7824732   o in alternativa presso gli sportelli di Acquambiente Marche Srl negli orari di apertura indicati in questo sito nella pagina “Orari e Contatti”.

Il presente comunicato è stato predisposto congiuntamente con l’AATO 3 Marche Centro Macerata e gli altri gestori del SII operanti nel medesimo ATO.

 

SOSPENSIONE DEI PAGAMENTI NELLE ZONE TERREMOTATE

A seguito degli eventi sismici del 26 e 30 ottobre 2016, la Legge 229/2016, che ha convertito il D.L. 189/2016, ha inserito il Comune di Cingoli nell’elenco dei comuni danneggiati. L’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico con delibera n. 810/2016/R/COM del 28/12/2016 ha concesso agli utenti dei Comuni ricadenti negli elenchi allegati alla L. 229/2016 e, quindi, anche a quelli del Comune di Cingoli, la sospensione dei termini di pagamento delle fatture del servizio idrico integrato per un periodo di 6 mesi dalla data in cui si è verificato l’evento sismico, quindi fino al 26/04/2017.

La sospensione dei pagamenti riguarda le fatture per consumi, i corrispettivi di allacciamento, di attivazione e di riattivazione della fornitura.

Per gli utenti che si trovano in comuni diversi da Cingoli (Filottrano, Numana o Sirolo) e che avessero subito danni dal terremoto, la sospensione dei pagamenti si applica solo dietro richiesta dei soggetti interessati che dimostrino il nesso di causalità diretta tra i danni subiti e gli eventi sismici verificatisi, comprovato da apposita perizia asseverata.

File Disponibili Per Il Download:

Icona

1 - Allegato del. 54-20 293.04 KB 165 downloads

Icona

3 - Allegato 252-17 slide 499.86 KB 154 downloads

Acquambiente Marche
Acquambiente Marche